Gettando uno sguardo all’indietro, il 2012 con il suo anniversario, è stato un anno di successo per la Guardia aerea svizzera di soccorso. Anche 60 anni dopo la sua fondazione, il numero di interventi stabile e l’aumento dei sostenitori mo strano come il servizio offerto dalla Rega non solo sia richiesto, ma pure apprezzato.

Rispetto all’anno precedente, il 2012 ha registrato un lieve calo degli interventi. In totale nel 2012 la Rega ha organizzato 13’966 missioni di soccorso. La riduzione rispetto all’anno prima si attesta all’1,9 percento ed è da ricondurre in particolar modo alle cattive condizioni meteorologiche durante i week-end, che hanno comportato una diminuzione degli interventi con elicotteri. Sollecitato come non mai invece l’intervento de i jet ambulanza della Rega, che hanno compiuto 847 missioni, rimpatriando un totale di 855 pazienti. Prima del 2012 non era mai successo di trasportare, in un anno, così tanti pazienti a bordo delle aeroambulanze.

Solide basi del tesseramento sostenitori

La Rega a tutt’oggi può contare sul sostegno di 2,445 milioni di sostenitrici e di sostenitori. Lo scorso anno sono state emesse ben 65’000 nuove te ssere, pari a un aument o del 2,7 percento. Il sistema del tesseramento rappresenta una solida base che permette alla Rega non solo di fornire un servizio pubblico di elevata qualità all’intera popol azione svizzera, ma anche di porre al centro della propria attività il benessere dei suoi pazienti, in dipendentemente da finanziamenti statali e da interessi commerciali.

Comunicazione e organizzazione unificate

Il grande progetto REMICO (REga MIssion COntrol) , della durata di oltre quattro anni, ha come obiettivo di sostituire l’in frastruttura attuale con un sistema di ge stione degli interventi integrato ad una rete di comunicazione radio. Lo scorso 3 dicembre 2012 la Rega ha potuto mettere in funzione il nuovo sistema di gestione integrata degli interventi che rappresenta la prima fase del progetto globale. Nella fase finale che si concluderà entro la fine del 2014, saranno sostituite tutte le 42 stazioni fisse della rete di collegamento Rega.

Allenamento di volo vero e proprio, ma non in cielo

Equipaggi ben allenati sono la base per voli di salvataggio sicuri e ben riusciti. Per questo motivo la Rega ha investito in un simulatore di volo per elicotteri di soccorso del tipo AgustaWestland Da Vinci. Oltre all’addestramento di volo “comune”, con un simulatore è possibile esercitare in modo realistico ed efficace il comportamento anche in caso di guasto tecnico, e questo senza rischi, senza rumori e senza inquinare l’ambiente.

Investimenti nell’infrastruttura

Quasi due anni dopo l’inizio dei la vori di costruzione, oggi è stata inaugurata ufficialmente la nuova base Rega Ticino. Ma presto si festeggerà anche nel Berner Oberland, dove lo scorso anno è stata posata un’altra prima pietra; a Zweisimmen è infatti in corso la realizzazione di una nuova base che, stando alle previsioni, dovrebbe poter entrare in funzione quest’autunno. La Rega continua dunque a investire nella propria infrastruttura e nella rete capillare di elibasi per continuare, anche in futuro, a venire in aiuto alla popolazione, portando un rapido soccorso aereo medicalizzato – 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno – anche nelle regioni periferiche della Svizzera.

La documentazione relativa all’incontro annualecon i media si può trovare su www.media.rega.ch.