Categorie Notizie

ESERCITAZIONE TUSCIA 2011 – Validazione Task Force

Il 2 Marzo 2011 presso il poligono di Monteromano (VT), si è svolta la simulazione di Combat Recovery che ha visto l’impiego simultaneo di uomini e assetti aerei quali A129CBT, CH47C, nonché AB205MEP dell’Aves in perfetta sincronia; l’evento ha rappresentato una fase propedeutica propria della Validazione Task Force denominata TUSCIA 2011.

Validazione Task Force: la validazione rappresenta l’atto finale di un iter di approntamento, della durata di circa 3 mesi, per una Task Force prima dell’impiego in Teatro Operativo. Lo scopo è quello di verificare il livello di preparazione raggiunto dai vari reparti che la compongono arrivando alla certificazione “pronti all’impiego” dell’unità. Consiste in un’attività addestrativa da svolgere fuori sede che vede l’impiego di tutti i reparti interessati per un periodo continuativo di 2 settimane; durante questo periodo di verifica l’unità Quick Reaction Force con tutti gli assetti che la compongono (Posto di Comando, Unità di Volo, Unità di Manutenzione e Plotone QRF) conduce operazioni tipiche del T.O. di prossimo impiego in base all’esperienze fin qui maturate.

Quick Reaction Force (QRF): la QRF rappresenta un’unità composita, preparata ad agire con un minimo preavviso. Essa rappresenta lo strumento di prontissimo impiego, dotato di grande mobilità (nella terza dimensione) a disposizione del comandante della Task Force, nella zona di competenza con tempi di reazione immediati in grado di non farsi condizionare dalle impervie condizioni orografiche tipiche dell’attuale scenario Afghano. Gli assetti QRF sono strutturati su dei requisiti ben precisi nati da esperienze maturate sul campo e su esigenze tipiche del TO a cui equipaggi ed assetti aerei e di supporto tattico terrestre sono stati addestrati e strutturati. Vista la tipica natura di impiego tempestivo il successo delle missioni richiede un’attenta e minuziosa pianificazione e relativo addestramento preventivo atti anche a creare una simbiosi tra i diversi equipaggi e reparti di terra e assetti di supporto specializzato.

Reparti impiegati: a questa esercitazione hanno partecipato il 7° rgt “VEGA” di base a Rimini che andrà prossimamente a fornire le forze per l’Italian Aviation Battalion di Herat inserito nel Regional Command West. Il reggimento ha ricevuto in concorso uno squadrone ETM del 1° rgt “ANTARES” di Viterbo con CH47C, uno squadrone EES misto composto da uomini e aeromobili A129CBT provenienti dal 5° rgt RIGEL di Casarsa della Delizia e del 7°rgt VEGA (Rimini) nonché uno squadrone ESC3 del 4° rgt ALTAIR di Bolzano dotato da AB205MEP.

Evento Tattico: la simulazione ha visto l’esecuzione congiunta di una Combat Recovery di un equipaggio e relativo personale trasportato di un elicottero alleato costretto ad un fuori campo. Si sono quindi alternati un A129CBT per una prima fase di ricognizione, bonifica e la relativa copertura per l’intera durata dell’evento a beneficio di un primo CH47C che ha sbarcato una plotone QRF (Brigata Folgore) impiegato a ripristinare una cornice di sicurezza a terra; poi ad un secondo CH47C impegnato a recuperare il suddetto personale bloccato a terra; poi l’atterraggio dell’AB205MEP impegnato in un’operazione dedicata di Forward Medevac per un componente dell’equipaggio dell’aeromobile costretto a terra. L’operazione si è completata in pochi minuti con il decollo dei 3 aeromobili dalla zona di recupero esponendo così il personale per un tempo minimo rendendo nulla l’eventuale offesa da parte di eventuali minacce occulte. L’impressionante dimostrazione di fulminea efficacia e stata disturbata da una battente pioggia rendendo ancora più credibile l’azione.

Marco Meschino

L’autore intende ringraziare il Comando Aviazione dell’Esercito di Viterbo