Categorie Notizie

Aeronautica Militare Italiana: Entrato in servizio al 15° Stormo il primo HH139A

Aeronautica Militare Italiana: Entrato in servizio al 15° Stormo il primo HH139A

E’ stato preso ufficialmente in consegna lo scorso 8 marzo dal 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, nel corso di un evento svoltosi presso l’aeroporto di Cervia-Pisignano (RA), Il primo di dieci esemplari dell’elicottero HH139A che andranno a potenziare nel corso di quest’anno la componente di Ricerca e Soccorso in ambito nazionale.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis, del Comandante della Squadra Aerea, Generale di Squadra Aerea Tiziano Tosi, del Comandante Logistico, Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, del Direttore Generale delle Attività Aeronautiche del Dipartimento per la Protezione Civile, Generale di Squadra Aerea Gianfranco Trinca e, infine, del Comandante del 15° Stormo, Colonnello Lodovico Chianese; in rappresentanza di AgustaWestand, l’azienda di Finmeccanica che produce il velivolo, è intervenuto il Direttore Generale Daniele Romiti.

L’elicottero rappresenta l’evoluzione destinata a impieghi militari dell’AW139, prodotto da AgustaWestland come AW139M, del quale l’esemplare consegnato al 15° Stormo è il primo in assoluto fornito a un cliente. Lo HH139A è stato scelto dalla forza armata quale soluzione ad interim in attesa della definizione del programma che dovrà individuare il sostituto degli HH3F e HH212, mezzi che ora sono la spina dorsale del Soccorso Aereo. Tali mezzi pur avendo negli anni passati usufruito di aggiornamenti che li rendono ancora efficaci per il delicato compito al quale sono destinati hanno sulle spalle oltre trent’anni d’ininterrotto servizio, motivo per il quale l’Aeronautica Militare ha da qualche tempo iniziato ad analizzare i possibili sostituti che sono stati individuati nello HH101 per i compiti di CombatSAR che saranno svolti dal 9° Stormo di Grazzanise e per il compito di Ricerca e Soccorso nazionale (SAR Search and Rescue) AgustaWestland propone l’AW149 la cui certificazione dovrebbe avvenire entro il prossimo anno.

Lo HH139A è dotato di un nuovo carrello che consente una maggiore altezza della cellula dal suolo, di trancia-cavi, sistema FLIR, faro di ricerca, verricello di soccorso e pur non essendo destinato all’impiego in teatri operativi, monta la predisposizione per l’installazione di sistemi di autodifesa sia passivi che attivi. La moderna avionica, ottimizzata per l’impiego con sistemi di visione notturna (NVG), consentirà ai piloti di affrontare le missioni con maggiore efficacia grazie alla razionale presentazione dei dati di volo e di missione. L’ampia cabina, dalla quale si può accedere anche al vano posto nella coda, può essere riconfigurata per le diverse missioni fino a ospitare quattro barelle per quella di evacuazione sanitaria.

Contestualmente alla consegna degli elicotteri è iniziata l’attività di addestramento di piloti e specialisti sia presso le strutture AgustaWestland di Sesto Calende (VA), dove è presente un simulatore di volo, sia presso lo Stormo con un prototipo fornito dalla ditta.

HH139A 15-40

Pannello strumenti HH139A 15-40

Cabina HH139A 15-40

Carrello HH139A 15-40

Faro di ricerca Spectrolab

Verricello

Altoparlanti esterni

Vista 3/4 posteriore

© AgustaWestland

Caratteristiche tecniche principali dell’HH-139A

Lunghezza massima    16.65 m
Larghezza massima (pianetto orizzontale)  4.22 m
Diametro rotore     13.8 m
MTOW (Maximum Take Off Weight)  6.800 kg
Velocità massima di crociera   165 kts (306 km/h)
Propulsori: n° 2 Pratt & Whitney PT6C-67C Turboshafts con FADEC

Giacomo Pipoli

ElicotteriWEB.it ringrazia il Capitano Stefano Testa e il Capitano Davide Tortora dell’Ufficio Pubblica Informazione – Stato Maggiore Aeronautica, insieme al personale del 15° Stormo di Cervia-Pisignano.