Categorie Notizie

FormAzione, il calendario 2009 dell’EI

PRESENTAZIONE CALENDESERCITO 2009

Sabato 15 Novembre 2008 alle 11:30 si è svolta a Napoli la cerimonia di presentazione ufficiale del Calendario Esercito 2009, l’evento ha avuto luogo presso Palazzo Salerno (Comando Logistico Sud); di seguito la cerimonia di giuramento del 221° corso Allievi della Scuola Militare Nunziatella svoltasi nell’antistante Piazza Plebiscito.

L’originale scelta di Napoli anzichè Roma come luogo di svolgimento dell’evento non è casuale in quanto la Forza Armata ha voluto sottolineare il forte legame con il popolo Campano in un momento come quello odierno in cui l’intervento di uomini e donne dell’Esercito ha visto ottimi risultati nel contrastare la grave emergenza rifiuti (operazione strade pulite) e nel ridurre, in cooperazione con le Forze dell’ordine, episodi criminali e per un sistematico controllo del territorio (operazione città sicure), nonchè sede della più antica scuola di formazione militare la Nunziatella appunto.

Il calendario è dedicato alle Accademie, Istituti di Formazione e Scuole dislocate su l’intero territorio nazionale, che rappresentano oggi centri di eccellenza nella formazione professionale e tecnica completa del personale in servizio nella Forza Armata considerata la vera risorsa inestimabile intitolando l’opera FormAzione.

Nell’ambito dell’Aviazione dell’Esercito significa raggiungere un traguardo d’eccellenza riservato a pochi.

I Piloti ed il personale tecnico, Ufficiali e Sottufficiali, vengono infatti reclutati dal personale già in servizio.

Per fare l’Ufficiale Pilota si deve concorrere per l’Accademia Militare – Armi Varie – ed affrontare le selezioni che vengono effettuate durante il ciclo formativo.

A loro volta i Marescialli piloti vengono selezionati presso la Scuola Sottufficiali di Viterbo ed avviati ai corsi di formazione al termine del periodo di comando obbligatorio.

Sia per gli Ufficiali che per i sottufficiali esiste inoltra la possibilità di partecipare a reclutamenti “straordinari” che hanno caratteristiche di aperiodicità e vengono banditi sulla base delle esigenze di alimentazione della specialità.
Fra i requisiti degli Ufficiali l’essere ufficiale inferiore mentre per i marescialli non aver superato i 35 anni d’età, avere un grado non superiore a maresciallo ordinario, ed il titolo di studio di scuola media superiore.

Discorso a parte per gli Ufficiali Specialisti che vengono reclutati nelle misure necessarie con appositi concorsi straordinari aperti a tutte le Armi ed al Corpo degli Ingegneri della Forza Armata.

Allo stesso modo i Marescialli Specialisti vengono reclutati per l’incarico di Addetto al Traffico Operativo.

Sono invece Sergenti i Tecnici Meccanici ed i Tecnici Elettronici per Aeromobili, selezionati presso l’80° reggimento “Roma” di Cassino (FR).

La base della specialità è invece costituita dai Volontari nelle diverse categorie. Essi assolvono tutti gli incarichi necessari per il funzionamento del reparto ivi compreso il peculiare incarico di Addetto ai Servizi Antincendio.
[b]Si può quindi accedere all’Arma attraverso gli arruolamenti per Volontario in Ferma Prefissata ad 1 anno e richiedere l’assegnazione all’Aviazione dell’Esercito[/b].
In talune particolari condizioni di necessità parte degli incarichi svolti dai Sergenti possono essere assegnate a personale VSP appositamente selezionato.

La continua formazione del personale in servizio permette quotidianamente l’assolvimento dei compiti assegnati in ambito nazionale e internazionale rendendo l’Esercito uno strumento capace, flessibile e moderno.

La FormAzione rappresentando una priorità indispensabile  viene oggi difesa dalle continue decurtazioni di bilancio garantendo ottimi standard di professionalità per uomini e donne in divisa impiegati quotidianamente in missioni sia sul territorio nazionale che in ambiti internazionali.

La cerimonia ha visto la presenza del C.S.M. Esercito Gen. Castagnetti nonchè del sottosgretario alla Difesa On. Crosetto, autorità civili e militari e numerosi giornalisti.

Marco Meschino