Categorie Notizie

Calendario “Solidarietà degli elisoccorritori 2018″

É uscito il nuovo calendario per l’anno 2018 del progetto “Solidarietà degli elisoccorritori” dell’Elisoccorso Provinciale di Bolzano.

Il calendario verrà venduto nelle elibasi del Pelikan 1 (Bolzano), Pelikan 2 (Bressanone) e Aiut Alpin Dolomites (Pontives) e in tutte le sedi della Croce Bianca, per un’offerta minima di 12€. Il ricavato sarà devoluto interamente al progetto “Aiutare gli altri” del Fondo di solidarietà rurale, un’organizzazione che ha lo scopo di sostenere le famiglie colpite da calamità.
Le foto del calendario ritraggono i tre elicotteri dell’Elisoccorso. Sono state scattate dai fotografi Isaak Vedani, Erich Näckler, Denis Costa, Freddy Planinschek e Philipp Franceschini.

Il calendario verrà spedito anche per posta, per informazioni più dettagliate contattateci via email a info@aiut-alpin-dolomites.com , grazie!

 

Il libro “Tra terra e cielo” donato alla biblioteca di Volandia

Il libro “Tra terra e cielo – I trent’anni dell’Elisoccorso a Como” atterra a Volandia. Il volume, scritto dalle giornaliste Francesca Guido e Francesca Indraccolo in occasione del trentennale del servizio, istituito il 2 agosto 1986, è stato donato ieri alla Biblioteca del Parco e Museo del Volo che ha sede vicino all’aeroporto di Malpensa.

A ricevere le due autrici c’erano Delia Durione, responsabile dell’Area Culturale, e l’avvocato Claudio Tovaglieri, presidente del Comitato Scientifico. Le copie consegnate dalla due giornaliste saranno a disposizione  per la consultazione da parte delle migliaia di appassionati che ogni anno fanno visita alla struttura e degli studenti delle scuole del territorio che partecipano alle attività didattiche promosse da Volandia.

Il volume, pubblicato da Effegiemme Editore, ripercorre per i “non ai detti ai lavori” le tappe salienti dello sviluppo dell’Elisoccorso comasco che in tre decadi di attività ha effettuato oltre 21mila interventi. “Tra terra e cielo”, inoltre, illustra le professionalità, le dotazioni e le strutture attorno a cui ruota il sistema elisoccorso, le novità che riguardano il volo notturno e i meccanismi che attivano il circuito dell’emergenza-urgenza, a partire dalla chiamata al NUE 112, il numero unico per le emergenze.

Immagine: da sx Francesca Indraccolo, Claudio Tovaglieri, Delia Durioni e Francesca Guido.

Leonardo: al via la consegna di 16 elicotteri AW101 alla Norvegia

Leonardo ha annunciato la consegna al Ministero della Giustizia e Pubblica Sicurezza norvegese del primo di 16 elicotteri AW101 per ricerca e soccorso (SAR – Search and Rescue). Il 17 novembre il primo AW101 ha lasciato lo stabilimento di Leonardo a Yeovil, Regno Unito, alla volta della base aerea di Sola nel sud della Norvegia, dove comincerà un periodo di collaudi e valutazioni operative prima di entrare in servizio con l’Aeronautica Militare norvegese nel 2018. Le consegne continueranno fino al 2020 e gli elicotteri saranno distribuiti su sei diverse basi operative.  

Bjørn Ivar Aarseth, Project Manager del Ministero della Giustizia e della Pubblica Sicurezza norvegese ha dichiarato: “La consegna del primo elicottero rappresenta una tappa fondamentale per il programma di ricerca e soccorso norvegese e siamo felici che il primo AW101 sia arrivato in Norvegia. Vorrei congratularmi con la mia squadra al Ministero della Giustizia, la Difesa norvegese, Leonardo e tutti gli altri partner per l’ottenimento di questo risultato”.

Jon Clark, responsabile del programma in Leonardo, ha dichiarato: “L’AW101 che abbiamo sviluppato per la Norvegia è senza dubbio il miglior elicottero SAR al mondo e siamo orgogliosi di aver consegnato la prima unità, che resterà al servizio della popolazione norvegese per i prossimi decenni. Questo contratto si basa su una partnership di lungo termine tra industria, Ministero della Giustizia e dalla Pubblica Sicurezza, Aeronautica Militare e Agenzia norvegese per i Materiali della Difesa, con l’obiettivo comune di fornire il migliore servizio SAR possibile. Non vediamo l’ora che l’AW101 entri in servizio operativo nel 2018.”

L’AW101 è fornito di tre motori per garantire la massima sicurezza, un sistema antighiaccio per il volo in condizioni meteorologiche estreme, ampio raggio di azione e autonomia, una trasmissione capace di funzionare per 30 minuti in caso di assenza di lubrificazione e una ridondanza multipla dei sistemi avionici e di missione per la massima affidabilità in tutte le condizioni. Gli ampi portelloni della cabina e la rampa posteriore garantiscono facile e rapido accesso all’equipaggio, alle persone soccorse e alle necessarie attrezzature.
Gli elicotteri sono dotati di un pacchetto avanzato di equipaggiamenti SAR comprendente un radar di sorveglianza a scansione elettronica Osprey realizzato da Leonardo che fornisce copertura a 360°, un avanzato autopilota, due verricelli di salvataggio, faro di ricerca, dispositivi elettro-ottici e un sistema integrato avionico e di missione. Altri equipaggiamenti includono sistemi per il rilevamento di telefoni cellulari e di allerta di prossimità degli ostacoli, un radar meteo, apparecchiature elettromedicali e una console di missione.
Il contratto con la Norvegia comprende supporto e parti di ricambio disponibili presso ogni base ed è stato recentemente completato l’addestramento dei primi equipaggi. Leonardo fornirà inoltre supporto logistico per le prime 90.000 ore di volo della flotta per un periodo iniziale di 15 anni.
Leonardo collabora con le società norvegesi AIM Aviation, per fornire servizi di manutenzione presso le sei basi operative dell’Aeronautica Militare, e Kongsberg Defense Systems per fornire servizi di manutenzione e revisione delle trasmissioni degli elicotteri.
Un simulatore di volo dell’AW101 è stato realizzato nel giugno 2017 presso la base di Sola per fornire addestramento agli equipaggi in previsione delle consegne degli elicotteri. Il simulatore potrà essere utilizzato anche da altri operatori riducendo i costi di formazione e migliorando la preparazione, permettendo agli equipaggi di far pratica con l’intera gamma di procedure di emergenza.

Immagine: (© Leonardo) il primo esemplare di AW101 nei colori norvegesi.

Atterraggio pesante per un TH500B dell’Aeronautica, illesi i piloti.

Nel pomeriggio di oggi, martedì 14 novembre, un TH500B del 72° Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana è stato protagonista di un incidente nel comune di Ripi, vicino a Frosinone. I due piloti trasportati all’ospedale di Frosinone non hanno fortunatamente riportato ferite.

L’elicottero in forza al 72° stormo della nostra Aeronautica, reparto che ha l’incarico di fornire l’addestramento ai piloti delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato italiani, decollato dal’aeroporto “Girolamo Moscardini” di Frosinone era nel corso di un volo di addestramento quando improvvisamente ha dovuto effettuare, in un campo lungo la via Casilina, un atterraggio pesante che si è concluso con il ribaltamento su di un fianco. I due piloti soccorsi dai numerosi mezzi di soccorso accorsi sul luogo dell’incidente sono stati portati in via precauzionale all’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone dove pare sia stato accertata l’assenza di danni fisici. Una commissione d’inchiesta è stata nominta per accertare le cause dell’accaduto.

Immagine: © Giacomo Pipoli, un TH500B dell’AMI simile al mezzo coinvolto nell’incidente.

Elicotteri al lavoro – Helicopters at work. Nuovo libro di Dino Marcellino

E’ disponibile il nuovo libro di Dino Marcellino: Elicotteri al lavoro – Helicopters at work.

Il volume, nei dieci capitoli di cui è composto descrive tutto lo spetttro di operazioni che vedono impiegati gli elicotteri in campo civile. l’antincendio, il soccorso in tutte le sue molteplici forme, il lavoro aereo ed il trasporto di passeggeri sono descritti con l’ausilio di un nutrito corredo fotografico, sempre di altissima qualità, come ormai ci ha abituato l’autore che ha anche preso parte in alcuni degli interventi descritti.

Dopo  SOS Italian Helicopter Rescue Operations from Mediterranean Sea to Mont Blanc e “Elisoccorso sulle Alpi – Operazioni HEMS in Francia, Italia, Svizzera”, Elicotteri al lavoro – Helicopters at work è un volume che non può mancare nella libreria di un appassionato delle macchine ad ala rotante!

Anno 2017   Bilingue Italiano-Inglese   Formato 29,7x21   216 pagine   Copertina rigida     Euro 35 + spediz.

Per informazioni e modalità di acquisto contattare l’autore Dino Marcellino

dino.marcellino@live.it

Un esempio delle immagini e l’elenco dei capitoli sono disponibili in questo articolo.

L’Istituto di Ricerca Polare cinese seleziona l’AW169

Leonardo ha oggi annunciato che l’Istituto di Ricerca Polare della Cina (PRIC – Polar Research Institute of China) ha acquistato un elicottero leggero intermedio AgustaWestland AW169, con consegna prevista all’inizio del 2019. L’elicottero sarà dotato di una speciale configurazione a supporto delle attività di esplorazione scientifica in ambiente polare e sarà impiegato per trasporto passeggeri, monitoraggio degli iceberg e trasporto di carichi esterni.

Il contratto è stato firmato nell’ambito del programma di acquisizione della nuova nave rompighiaccio, destinata all’Istituto di Ricerca Polare, e in grado di ospitare elicotteri a bordo. L’AW169 opererà dalla nuova unità navale e presso le Stazioni Polari cinesi nell’Artide e in Antartide.

 

L’AW169 è stato scelto grazie alle straordinarie prestazioni in condizioni ambientali difficili e alla tecnologia allo stato dell’arte comprendente, tra l’altro, schermi con touch screen, la capacità di mantenere funzionanti i principali equipaggiamenti di bordo (compreso il sistema di condizionamento) quando a terra e con i rotori fermi per la massima sicurezza e riduzione dei consumi e delle emissioni (‘APU mode’), e un avanzato rotore caratterizzato da grande efficienza e ridotto impatto acustico. Quest’ordine segna un ulteriore successo per questo modello di elicottero sul mercato mondiale, dimostrandone ancora una volta la grande versatilità. La presenza di Leonardo in Cina continua a crescere con quasi 200 elicotteri ordinati da clienti nel Paese per impieghi civili e di pubblica utilità. Per far fronte alle esigenze derivanti dall’espansione della flotta elicotteristica sono stati altresì rafforzati i servizi di supporto e manutenzione, anche con la recente inaugurazione di un magazzino per le parti di ricambio basato a Shanghai.

Immagine: © AgustaWestland, un’anticipazione degli elicotteri con la livrea di PRIC

Primo ordine danese per l’elicottero AW169

Leonardo ha annunciato oggi la firma di un contratto con l’operatore danese Uni-Fly A/S per due elicotteri leggeri intermedi AgustaWestland AW169. Le consegne sono previste nel primo trimestre del 2018. Gli elicotteri svolgeranno compiti di supporto alle operazioni di DONG Energy per il progetto di energia eolica Hornsea Project One nel Mare del Nord, a una distanza di 120 km da Humberside, nel Regno Unito.   

Si tratta del primo ordine danese per il nuovo modello AW169, che compie anche il suo ingresso sul mercato delle operazioni di supporto elicotteristico all’industria eolica del Regno Unito dopo il successo già ottenuto presso altri clienti europei e impegnati nel Mare del Nord. Questi AW169 saranno dotati di una speciale configurazione personalizzata comprendente interni offshore dedicati e verricello di recupero per il supporto al personale addetto alla manutenzione delle turbine eoliche. Uni-Fly A/S e DONG Energy compiranno un significativo passo in avanti in termini di capacità operative grazie alle elevate prestazioni, la tecnologia di nuova generazione e gli standard di sicurezza dell’AW169, qualità che contribuiscono a renderlo il più avanzato elicottero oggi disponibile sul mercato nella sua classe di peso. Questo modello ha già ottenuto molteplici successi in Europa per altre applicazioni come l’elisoccorso, il trasporto corporate, il supporto alle attività portuali e i compiti di pubblica sicurezza.

Immagine: © AgustaWestland, un’anticipazione degli elicotteri con la livrea di Uni-Fly A/S

Leonardo presenta l’elicottero AW189K a Helitech 2017

Leonardo ha annunciato oggi un ulteriore rafforzamento della sua capacità di risposta alle esigenze del mercato elicotteristico con l’introduzione dell’AgustaWestland AW189K. Già leader di mercato nella categoria definita ‘super medium’, che fa di autonomia,  capacità di carico e ridotti costi di gestione rispetto a concorrenti di maggiori dimensioni i suoi tratti distintivi, l’AW189 ottiene ora anche una motorizzazione opzionale.

L’AW189K sarà dotato di due  motori Aneto-1K in una classe di potenza di 2500 shp. Si tratta di turbine di nuova generazione presentate oggi a Londra da Safran Helicopter Engines durante il Salone elicotteristico Helitech 2017. L’AW189K è il primo elicottero a ricevere uno dei motori di nuova generazione sviluppati da Safran e presentati nell’occasione.

Gian Piero Cutillo, Responsabile della Divisione Elicotteri di Leonardo, ha dichiarato: “Siamo lieti che l’AW189K sarà il primo elicottero alimentato da un nuovo motore Aneto. Questa nuova turbina offrirà ai clienti del nostro elicottero elevate prestazioni estendendo capacità operative e versatilità nella sua categoria di peso, in particolare in condizioni climatiche e ambientali caratterizzate da elevate temperature e in quota. Gli operatori beneficeranno anche della lunga esperienza di Safran nel mercato elicotteristico e della sua forte rete di supporto globale”.

Bruno Even, Presidente di Safran Helicopter Engines ha aggunto: “Siamo felici di lavorare insieme a Leonardo sul nuovo AW189K, l’ultimo passo nella nostra lunga storia di collaborazione. Con la famiglia di motori Aneto stiamo introducendo sul mercato una nuova generazione di turbine e una soluzione competitiva per gli elicotteri nella classe ‘super medium’ e per quelli più pesanti, offrendo nuove prestazioni e ridotti costi operativi. Siamo convinti che l’AW189K si dimostrerà un prodotto estremamente interessante per molti operatori, grazie alle sue capacità straordinarie”.

Un prototipo dedicato di AW189K ha effettuato il suo primo volo a Cascina Costa in Italia il 9 marzo 2017 e ha finora dimostrato eccellenti prestazioni in varie condizioni. Le prime valutazioni mostrano un ottimo comportamento in particolari condizioni di peso, quota e temperatura, prestazioni che ci si aspetta di confermare anche per operazioni sulle lunghe distanze sul mare. La campagna di prove continuerà per valutare la macchina in presenza di alte e basse temperature e in quota. La certificazione EASA (European Aviation Safety Agency) è attesa nell’ultimo trimestre del 2018.

Le prestazioni e le capacità dell’elicottero nelle particolari condizioni di elevate temperature e quota fanno dell’AW189K una soluzione ideale per diversi requisiti operativi e in molte aree geografiche, consentendo di trarre il massimo vantaggio dalla flessibiltà di questo modello e nel suo mercato di riferimento, non solo per compiti di trasporto offshore e di ricerca e soccorso a lungo raggio e sul mare, ma anche per trasporto passeggeri, antincendio e diverse missioni di pubblica utilità.

Con l’AW189 e l’AW189K Leonardo offre al mercato l’elicottero di classe ‘super medium’ più capace e versatile. L’AW189 da 8.3/8.6 tonnellate è già oggi il modello di riferimento in questa categoria con accordi per oltre 150 unità, tra ordini e opzioni. Sono più di 30 gli AW189 in servizio nel mondo con oltre 25.000 ore di volo accumulate dalla flotta fino ad oggi.