Categorie Notizie

Il Servizio Aereo della Polizia di Stato


Dal Gennaio 1971 l’organigramma della Polizia di Stato si è arricchito del Servizio Aereo che ad oggi si compone di ben 11 Reparti Volo dislocati strategicamente sull’intera penisola.

Obiettivo primario della Polizia di Stato è quello di essere sempre più vicino al bisogno di sicurezza che la società esprime a tutti i livelli di fronte ai fenomeni di grande e piccola criminalità. In questa ottica il Servizio Aereo offre un servizio di altissimo livello per il raggiungimento di tale risultato.

Compiti e Missioni

I tipici compiti assegnati ai reparti volo della Polizia sono:

Attività di Polizia Giudiziaria: in cui i velivoli del Servizio Aereo in volo sul territorio nazionale svolgono attività di controllo preventivo e di intervento a supporto diretto dell’unità terrestri di Pubblica Sicurezza.
Attività di Ordine Pubblico: in cui i mezzi aerei svolgono un attento monitoraggio in tempo reale (con sistemi TV eliportati) in aree metropolitane di folle partecipanti ad eventi sportivi, religiosi o politici a supporto delle forze dell’ordine per prevenire reati o situazioni di pericolo.
Attività di Controllo sul Territorio Nazionale: svolta ad esempio sulla linea di costa o in aree di confine in modo da prevenire o reprimere reati o traffici illegali quali ingresso di clandestini, introduzione illecita di merce di contrabbando o di elementi pericolosi per la sicurezza nazionale in cooperazione con reparti della Polizia di Frontiera.
Attività di Controllo Stradale: dove mezzi aerei volando sull’intera rete autostradale nazionale svolgono opera di controllo e in tempo reale informano le sale operative e o le volanti della Stradale operanti in zona per dirimere o evitare situazioni delicate o per intervenire a supporto ad eventi incidentali e individuando infrazioni stradali.
Attività di Supporto/Trasporto: velivoli della Polizia svolgono la preziosa attività di trasferimento veloce di operatori dei reparti specializzati della Polizia ove sia necessario l’impiego richiesto nonché di alti funzionari o personalità dello Stato.
Attività di Scorta Sicurezza: in cui equipaggi di elicotteri, supportati da elementi di reparti speciali (Nocs) presenti a bordo svolgono un attento controllo visuale su aree sensibili durante le visite di stato di alte personalità straniere o italiane.
Attività Addestrativa: voli svolti per l’istruzione del personale del Servizio per le abilitazioni VFR e IFR e per i vari tipo macchina (di competenza del CASV), nonchè per istruire gli operatori delle specialità che operano abitualmente con l’ausilio del mezzo aereo.
Attività di Ricerca e Soccorso / Trasporto Sanitario: impiego dei velivoli in voli di ricerca in coordinamento con altri enti o corpi dello stato, trasporto di infortunati gravi o di organi da trapiantare.



Missioni standard di polizia

I vantaggi dell’impiego dell’elicottero nella moderna polizia sono universalmente riconosciuti quali:

Privilegiato punto di osservazione del territorio, che attraverso moderne dotazioni elettro-ottiche può interagire efficacemente con le unità a terra per una perfetta azione preventiva, di coordinamento o di intervento risolutivo.
Veloce nei spostamenti, attraverso una capillare dislocazione sul territorio si possono raggiungere località distanti in meno di 1 ora.
Moltiplicatore delle forze, operando come mezzo di trasporto di unità specializzate sul territorio o operando come mezzo di soccorso impiegando tempi esigui anche durante condizioni meteorologiche difficili.

La tipica missione di volo con i velivoli ad ala rotante vede come equipaggio di condotta 2 piloti più 1 o 2 specialisti di bordo a secondo delle necessità operative. In totale ci sono oltre 200 piloti di elicottero e di aereo e i specialisti sono circa 400 in servizio negli 11 reparti operativi nonché nel reparto addestrativo CASV di Pratica di Mare.
Abitualmente si vola in VFR a bassa quota, per cui si richiede agli equipaggi, pronti all’impiego, l’indispensabile perfetta conoscenza dell’area di pertinenza, sia che si operi in aree isolate sia sopratutto delle aree metropolitane che con i notevoli ostacoli e rispetto delle normative di sicurezza rende il compito di appoggio e supporto aereo dell’unità a terra, molto impegnativo e peculiare.
Il volo strumentale IFR è una necessità irrinunciabile per gli equipaggi della Polizia di Stato che operando H24 vede la formazione in tal senso indispensabile impiegando le risorse disponibili sia umane che materiali sia durante le fasi di addestramento (presso il CASV) sia presso i reparti operativi per un continuo affinamento professionale.
Il vasto bagaglio professionale dei piloti e specialisti unito alle aggiornate strumentazioni di bordo (GPS palmari, GPS integrati, autopilota quadricanale, radar meteo) rende l’impiego dei velivoli in qualsiasi situazione di tempo e di luce e con un relativo preavviso minimo veri punti di forza di un reparto aereo con missioni quotidiane delicate per la sicurezza pur in presenza di una linea di volo che inizia a denunciare l’età.

Attività 2010 dei Reparti Volo

Nel corso dell’anno 2010 sono state svolte 9.197 missioni (di cui 5.753 operative, 2.859 addestrative e 585 per voli tecnici) per un totale di
8.730.10 ore di volo (5.349,45 operative, 3.010,30 addestrative e 369,55 per voli tecnici)

In particolare sono state svolte:

594 missioni di Polizia Giudiziaria

854 di Vigilanza Stradale

853 di Ordine Pubblico

987 di Controllo del Territorio

157 di Soccorso

87 di Ricognizione e Riprese Fotografiche

209 di Collegamento

1.671 missioni per Trasporto di Sicurezza

66 di Trasferimento

65 per Trasporto Sanitario Urgente

450 per Voli Prova

135 per Voli Collaudo

166 per altri voli

2.859 per Addestramento

44 per la navigazione strumentale

Aeromobili in uso

Alle origini il Servizio Aereo venne dotato di alcuni AB 47J-3B1 sostituiti poi con l’avvento dei motori a turbina.

I velivoli attualmente in uso al Servizio sono

AGUSTA/BELL 206C1/B3. Elicottero quadriposto monoturbina ormai leggendario per la sua robustezza e versatilità con cui viene svolta da molti anni la quotidiana attività addestrativa iniziale e l’attività operativa su aree non popolate.

AGUSTA A109 A/AII. L’elegante biturbina dalla linea filante dotato di un carrello retrattile usato per missioni di controllo delle città e per il rapido trasferimento personale (2 sono in versione VVIP) strumentato per il volo IFR può imbarcare 6 persone.

AGUSTA A109 NEXUS. Elicottero biturbina, evoluzione dei 109 già in servizio, il Nexus è una versione destinata esclusivamente, almeno per ora, alle Forze Armate ed ai Corpi dello Stato italiani. Racchiude in sé soluzioni adottate sui più recenti sviluppi del 109 come il Grand e le versioni militari LUH. Al momento il solo esemplare consegnato, POLI-107, è  rimasto danneggiato in un incidente e, molto verosimilmente, non avranno luogo consegne di ulteriori esemplari.

AGUSTA/BELL 212. Il “mulo” tuttofare che con un impianto propulsivo da 1800Hp offre delle ottime capacità di carico (per un totale di 15 persone)ad esempio per le squadre Cinofile, per i nuclei NOCS di pronto impiego, d’autonomia (anche con l’installazione di serbatoi supplementari in cabina), dotato di verricello e di capacità ognitempo IFR attraverso l’impiego di avionica all’avanguardia. Presso il 1° Reparto di Pratica di Mare viene impiegato anche come piattaforma riprese televisive con sistema WESCAM che opera in tempo reale in collegamento con stazioni a terra sia mobili che statiche.

VULCANAIR P68 Observer. Bimotore da 7 posti ad ala alta con un muso interamente vetrato offrendo una visuale formidabile garantendo all’equipaggio la possibilità di seguire l’evolversi di eventi quali traffico sulle autostrade o situazione sulle spiagge durante la stagione di maggior esodo impiegando anch’esso un sistema di avioriprese in tempo reale.

PIAGGIO P180 AVANTI II. Velivolo capace di volare a 740 Km/h in aerovia con una tangenza di 12000mt su distanze di 2100 Km con 6 posti in cabina passeggeri dall’inconfondibile architettura a 3 superfici portanti. Viene impiegato per i trasferimenti veloci sia nazionali che internazionali e in un prossimo futuro verrà impiegato anche come vettore flir/tv.

AgustaWestland AW139. Nel corso del 2012 un bando riguardante la fornitura di due elicotteri biturbina medi, nuovi di fabbrica, aventi un peso massimo al decollo (MTOW) non superiore ai 7 500 Kg, è stato aggiudicato da AgustaWestland. Gli elicotteri dovranno avere una capacità di trasporto di almeno 12 passeggeri più 2 piloti, essere equipaggiati con un sistema di gestione elettronico della potenza (tipo FADEC), ed avere un’autonomia minima di 350 nm; ciascun elicottero dovrà essere equipaggiato con un sistema di rilevamento di immagini nel campo del visibile e dell’infrarosso con sistema di trasmissione e videoregistrazione, faro di ricerca e verricello di soccorso (600lb).

Alla fine di giugno del 2013 sono stati presi in consegna i primi due elicotteri, PS108 e PS109. Otto saranno gli esemplari di questo modello che entreranno in servizio con la Polizia di Stato, grazie ad un co-finanziamento dell’agenzia europea per la gestione delle frontiere esterne – Frontex.

Dislocazione dei reparti

1° Reparto volo – Aeroporto Pratica di Mare (RM)

2° Reparto volo - Aeroporto Milano-Malpensa (VA)

3° Reparto volo – Aeroporto Bologna

4° Reparto volo – Aeroporto Palermo-Boccadifalco 

5° Reparto volo – Aeroporto Reggio Calabria

6° Reparto volo – Aeroporto Napoli-Capodichino

7° Reparto volo - Aeroporto Oristano-Fenosu (fino al dicembre 2013 il reparto era situato presso il Centro di addestramento interforze della Polizia di Stato di Abbasanta, Oristano)

8° Reparto volo - Firenze

9° Reparto volo – Bari

10° Reparto volo – Venezia-Tessera

11° Reparto volo – Pescara

Divisione scuole

Centro addestramento standardizzazione volo – Pratica di Mare (Roma)

 

Marco Meschino

Immagini © Bruno Caeran, Roberto Bianchi, Marco Meschino, Giuliano Provera e Giacomo Pipoli

Dati come le attività dei reparti e la loro composizione sono stati raccolti sul sito web della Polizia di Stato. (www.poliziadistato.it)