Categorie Notizie

Il 72° Stormo brevetta due nuovi Piloti Militari del Corso Marte V

Venerdì 23 Giugno, nel piazzale antistante il Circolo Ufficiali del 72° Stormo di Frosinone, si è svolta la cerimonia di consegna dei Brevetti di Pilota Militare a due frequentatori del Corso Marte V secondo il nuovo iter addestrativo differenziato. Tale iter prevede il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare direttamente su linea elicotteri presso la Scuola di Volo dell’Aeronautica Militare. Hanno conseguito la prestigiosa Aquila ‘turrita’, segno distintivo dei Piloti Militari, il Ten. Pilota Filippo C. ed il Ten. Pilota Ismaele S..

La sobria cerimonia è stata presieduta dal Comandante del 72° Stormo, Col. Pilota Antonio Felicissimo alla presenza di familiari, amici e colleghi dei due frequentatori. Importante la partecipazione del Dott. Francesco Calamai che ha personalmente consegnato ai due Tenenti un esemplare del nuovo orologio dell’Aeronautica Militare in dotazione ai Piloti Militare della Forza Armata. Una delle particolarità dell’orologio è la cassa forgiata attraverso la fusione di particolari di turbina del motore J79 che equipaggiava gli storici velivoli F104. I prodotti realizzati da Francesco Calamai sono il frutto di una grande passione per il mondo del volo che è legata da una importante storia familiare. Il padre Giosuè, Capitano Pilota di caccia della Regia Aeronautica Militare Italiane, è un eroe della Seconda Guerra Mondiale. Il nome di Calamai continua così a volare al polso dei piloti dell’Aeronautica Militare.

Il corso seguito dai due Tenenti è stato molto impegnativo ed ha previsto una fase teorica su materie aeronautiche generali con rispettivi esami finali, una fase teorica su elicottero TH-500B ed una fase teorica su elicottero UH-139, missioni addestrative su simulatore di volo, missioni volative su elicottero TH-500B e su elicottero UH.-139 ed una fase al simulatore per il corso Multi-Crew-Cooperation (MCC).
Particolarmente sentito ed emozionante è stato il discorso del neo brevettato Ten. Filippo C., capo corso del Corso BPME, il quale tra le altre cose ha sottolineato che “…abbiamo avuto soddisfazioni che forse solo la linea dell’ala rotante può concedere ad un pilota per l’eccezionale versatilità delle sue macchine e per almeno un altro suo prezioso privilegio: quello di essere una linea in cui si opera non come singoli ma in un equipaggio con il quale condividere le migliori capacità individuali per ottenere però un obiettivo comune…”. Il Ten. Filippo C. ha ricordato che “…fin dal nostro arrivo siamo stati accolti in un ambiente familiare…trattare noi frequentatori da colleghi più giovani, più che da allievi, pur rispettando i rispettivi ruoli, ha rappresentato per noi un punto di eccezionale forza di questa scuola…”. “Stiamo fisicamente lasciando la scuola ma non lasceremo col pensiero le persone che abbiamo conosciuto e con esse tutti i bei ricordi della nostra esperienza fra cui spiccano sicuramente le amicizie che abbiamo coltivato e l’eccezionale complicità dei legami affettivi che si è creata.”

Il Col. Antonio Felicissimo, nel suo discorso, ha evidenziato quanto sia importante il ruolo che i due Piloti andranno ad affrontare nel loro imminente futuro “…salvare vite umane è uno dei privilegi più grandi che si possano avere. Noi Piloti dell’Aeronautica Militare siamo particolarmente privilegiati perché siamo riusciti a fare della nostra passione la nostra vita ed il nostro lavoro…”. Il Comandante del 72° Stormo ha parlato con i due brevettati attraverso la sua personale esperienza di Pilota del Soccorso Aereo augurando loro di poter riempire le proprie vite di soddisfazioni vere e sincere. “…dopo un lungo iter, oggi finalizzate i vostri sforzi ottenendo a pieno merito l’Aquila turrita che rappresenta un punto d’arrivo nella vita di ogni pilota ma che al tempo stesso è un punto di inizio per la vostra vita professionale…”“Tutto il 72° Stormo partecipa con voi la gioia di questa giornata poiché, come avete sottolineato anche voi, il lavoro compiuto dagli uomini e dalle donne del Reparto è sicuramente parte importante del vostro attuale successo…la professionalità e la passione degli istruttori dello Stormo sono certo vi abbiano permesso di crescere non solo come Piloti ma anche come Uomini.”
Al termine della Cerimonia i due nuovi Piloti Militari dell’Aeronautica e tutti i convenuti si sono spostati presso il Circolo Ufficiali dove il tradizionale e goliardico brindisi aeronautico ha dato il benvenuto a questi giovani ragazzi che si accingono ad essere assegnati ai Reparti Operativi dell’Aeronautica Militare che si occupano di Ricerca e Soccorso.
Il 72° Stormo e’ l’unica scuola di volo dell’Aeronautica Militare nel settore dell’ala rotante. Allo Stormo è assegnato il compito di formare i piloti di tutte le Forze Armate e Corpi Armati dello Stato. Negli ultimi anni, la sempre maggiore richiesta di formazione da parte di Paesi Esteri, ha determinato un rapido processo di internazionalizzazione della Scuola di Volo Elicotteri di Frosinone che si appresta a diventare un punto di riferimento non più solo di carattere nazionale ma anche internazionale. Negli ultimi anni lo Stormo ha brevettato piloti provenienti dall’Afghanistan, dal Gibuti, dal Libano e dall’Albania; attualmente sono in fase addestrativa alcuni piloti provenienti dal Kuwait.

Immagine:( © Aeronautica Militare Italiana) Consegna ai neobrevettati, Ten. Pilota Filippo C. (a sinistra) e Ten. Pilota Ismaele S. (a destra), delle stampe con la silhouette del TH-500B da parte del Comandante del 208° Gruppo Volo.

Fonte: Cap. AArnn Pil. Carla Angelucci
Pilota Istruttore 208° Gruppo Volo
Ufficiale Addetto alla Pubblica Informazione
72° Stormo – Frosinone

 

Comments are closed.