Categorie Notizie

Il 72° Stormo brevetta due nuovi Piloti Militari del Corso Marte V

Venerdì 23 Giugno, nel piazzale antistante il Circolo Ufficiali del 72° Stormo di Frosinone, si è svolta la cerimonia di consegna dei Brevetti di Pilota Militare a due frequentatori del Corso Marte V secondo il nuovo iter addestrativo differenziato. Tale iter prevede il conseguimento del Brevetto di Pilota Militare direttamente su linea elicotteri presso la Scuola di Volo dell’Aeronautica Militare. Hanno conseguito la prestigiosa Aquila ‘turrita’, segno distintivo dei Piloti Militari, il Ten. Pilota Filippo C. ed il Ten. Pilota Ismaele S..

La sobria cerimonia è stata presieduta dal Comandante del 72° Stormo, Col. Pilota Antonio Felicissimo alla presenza di familiari, amici e colleghi dei due frequentatori. Importante la partecipazione del Dott. Francesco Calamai che ha personalmente consegnato ai due Tenenti un esemplare del nuovo orologio dell’Aeronautica Militare in dotazione ai Piloti Militare della Forza Armata. Una delle particolarità dell’orologio è la cassa forgiata attraverso la fusione di particolari di turbina del motore J79 che equipaggiava gli storici velivoli F104. I prodotti realizzati da Francesco Calamai sono il frutto di una grande passione per il mondo del volo che è legata da una importante storia familiare. Il padre Giosuè, Capitano Pilota di caccia della Regia Aeronautica Militare Italiane, è un eroe della Seconda Guerra Mondiale. Il nome di Calamai continua così a volare al polso dei piloti dell’Aeronautica Militare.

Il corso seguito dai due Tenenti è stato molto impegnativo ed ha previsto una fase teorica su materie aeronautiche generali con rispettivi esami finali, una fase teorica su elicottero TH-500B ed una fase teorica su elicottero UH-139, missioni addestrative su simulatore di volo, missioni volative su elicottero TH-500B e su elicottero UH.-139 ed una fase al simulatore per il corso Multi-Crew-Cooperation (MCC).
Particolarmente sentito ed emozionante è stato il discorso del neo brevettato Ten. Filippo C., capo corso del Corso BPME, il quale tra le altre cose ha sottolineato che “…abbiamo avuto soddisfazioni che forse solo la linea dell’ala rotante può concedere ad un pilota per l’eccezionale versatilità delle sue macchine e per almeno un altro suo prezioso privilegio: quello di essere una linea in cui si opera non come singoli ma in un equipaggio con il quale condividere le migliori capacità individuali per ottenere però un obiettivo comune…”. Il Ten. Filippo C. ha ricordato che “…fin dal nostro arrivo siamo stati accolti in un ambiente familiare…trattare noi frequentatori da colleghi più giovani, più che da allievi, pur rispettando i rispettivi ruoli, ha rappresentato per noi un punto di eccezionale forza di questa scuola…”. “Stiamo fisicamente lasciando la scuola ma non lasceremo col pensiero le persone che abbiamo conosciuto e con esse tutti i bei ricordi della nostra esperienza fra cui spiccano sicuramente le amicizie che abbiamo coltivato e l’eccezionale complicità dei legami affettivi che si è creata.”

Il Col. Antonio Felicissimo, nel suo discorso, ha evidenziato quanto sia importante il ruolo che i due Piloti andranno ad affrontare nel loro imminente futuro “…salvare vite umane è uno dei privilegi più grandi che si possano avere. Noi Piloti dell’Aeronautica Militare siamo particolarmente privilegiati perché siamo riusciti a fare della nostra passione la nostra vita ed il nostro lavoro…”. Il Comandante del 72° Stormo ha parlato con i due brevettati attraverso la sua personale esperienza di Pilota del Soccorso Aereo augurando loro di poter riempire le proprie vite di soddisfazioni vere e sincere. “…dopo un lungo iter, oggi finalizzate i vostri sforzi ottenendo a pieno merito l’Aquila turrita che rappresenta un punto d’arrivo nella vita di ogni pilota ma che al tempo stesso è un punto di inizio per la vostra vita professionale…”“Tutto il 72° Stormo partecipa con voi la gioia di questa giornata poiché, come avete sottolineato anche voi, il lavoro compiuto dagli uomini e dalle donne del Reparto è sicuramente parte importante del vostro attuale successo…la professionalità e la passione degli istruttori dello Stormo sono certo vi abbiano permesso di crescere non solo come Piloti ma anche come Uomini.”
Al termine della Cerimonia i due nuovi Piloti Militari dell’Aeronautica e tutti i convenuti si sono spostati presso il Circolo Ufficiali dove il tradizionale e goliardico brindisi aeronautico ha dato il benvenuto a questi giovani ragazzi che si accingono ad essere assegnati ai Reparti Operativi dell’Aeronautica Militare che si occupano di Ricerca e Soccorso.
Il 72° Stormo e’ l’unica scuola di volo dell’Aeronautica Militare nel settore dell’ala rotante. Allo Stormo è assegnato il compito di formare i piloti di tutte le Forze Armate e Corpi Armati dello Stato. Negli ultimi anni, la sempre maggiore richiesta di formazione da parte di Paesi Esteri, ha determinato un rapido processo di internazionalizzazione della Scuola di Volo Elicotteri di Frosinone che si appresta a diventare un punto di riferimento non più solo di carattere nazionale ma anche internazionale. Negli ultimi anni lo Stormo ha brevettato piloti provenienti dall’Afghanistan, dal Gibuti, dal Libano e dall’Albania; attualmente sono in fase addestrativa alcuni piloti provenienti dal Kuwait.

Immagine:( © Aeronautica Militare Italiana) Consegna ai neobrevettati, Ten. Pilota Filippo C. (a sinistra) e Ten. Pilota Ismaele S. (a destra), delle stampe con la silhouette del TH-500B da parte del Comandante del 208° Gruppo Volo.

Fonte: Cap. AArnn Pil. Carla Angelucci
Pilota Istruttore 208° Gruppo Volo
Ufficiale Addetto alla Pubblica Informazione
72° Stormo – Frosinone

 

Leonardo: vendite in giappone per elicotteri della famiglia AW109

Leonardo ha anninuciato la vendita di tre elicotteri appartenenti alla “famiglia” AW109 destinati ai servizi di emergenza giapponesi.

Si tratta di due AW109 Trekker destinati alla Polizia Metropolitana di Tokyo e di un AW109 GrandNew per la Kagoshima International Aviation che lo utilizzerà in compiti HEMS.

Per quanto riguarda l’AW109 Tekker, si tratta delle prime vendite di questo modello in Asia per compiti di polizia. Gli elicotteri entreranno in servizio nel 2017.

L’ordine per un esemplare di GrandNew è parte del programma denominato Doctor Heli finalizzato alla realizzazione di una moderna rete di servizi di eliambulanza per tutte le prefetture del Giappone. Il GrandNew di Kagoshima International Aviation dispone di una configurazione di missione dedicata con una cabina in grado di ospitare una barella e quattro posti per il personale medico. Il velivolo è inoltre dotato di un serbatoio ausiliario per estendere ulteriormente il raggio d’azione.

Attraverso  la  sua  sede  regionale  di  Tokyo, inaugurata  nel  2008, Leonardo-Finmeccanica ha  visto  da  allora crescere in modo significativo la propria presenza sul mercato elicotteristico giapponese. Ad oggi, oltre 150 elicotteri di vario tipo sono stati venduti da Leonardo-Finmeccanica in Giappone per vari compiti commerciali e  governativi  dei  quali oltre  80  della  serie  AW109  e più  di  40  per  missioni  di  pubblica sicurezza  e appartenenti ai modelli AW109, AW139 e AW101.

Nell’immagine © Leonardo-Finmeccanica, una rappresentazione pittorica dell’AW109 Trekker nei colori della Polizia giapponese ed un AW109 GrandNew del programma “Doctor Heli”.

“Un volo lungo quarant’anni”, articolo di Sergio Morari sul 40° anniversario dell’ALTAIR

Venerdì 20 maggio 2016, il 4° Reggimento Aviazione dell’Esercito “ALTAIR” ha festeggiato due importanti tappe della sua vita operativa, il quarantesimo anniversario della sua fondazione, avvenuta il 20 gennaio del 1976 e il 1° Raduno organizzato dall’associazione Nazionale Aviazione dell’Esercito di Bolzano, che ha voluto così riunire quanti hanno prestato servizio nel prestigioso Reparto nel corso di questi anni.

Su questo importante evento abbiamo pubblicato un articolo con un ampio corredo di immagini di Sergio Morari.

L’articolo è disponibile QUI

Esercitazione “Tende Scaglia 2016″ pubblicato articolo di Alfonso Mino

Pubblicato un articolo di Alfonso Mino che illustra lo svolgimento dell’esercitazione “Tende Scaglia 2016″.

Dopo la “Composite Scaglia 2015”, la 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali (BAOS) che ha sede a Cervia dal Settembre 2014, ha tenuto la propria annuale esercitazione dal 4 al 22 Aprile: la “Tende Scaglia 2016”, che ha consentito di testare ulteriormente le capacità di supporto logistico specificamente richieste dall’insediamento di uno Special Operation Air Task Group (SOATG) costituito in risposta ad una situazione  di crisi tra nazioni confinanti.

L’articolo è disponibile QUI

Presentato al Ministro della Giustizia norvegese il primo dei 16 elicotteri da ricerca e soccorso AW101

Il Ministro della Giustizia e della Pubblica Sicurezza norvegese Anders Anundsen ha preso parte alla cerimonia di presentazione del primo dei 16 elicotteri AW101 per ricerca e soccorso (Search and Rescue – SAR) destinato alla Norvegia. La cerimonia si è svoltapresso lo stabilimento di Leonardo-Finmeccanica di Yeovil in UK, dove vengono prodotti oltre all’AW101, best seller nella sua categoria con oltre 220 unità ordinate, anche il nuovo elicottero navale AW159 che ha già riscontrato successi commerciali nel Regno Unito e a livello internazionale.

Il Ministro Anundsen (foto a sinistra) ha dichiarato “La cerimonia di oggi sancisce il raggiungimento di un traguardo davvero importante. L’elicottero, destinato ad essere una risorsa importante e cruciale per i servizi di soccorso norvegesi, è ora completo e pronto per i collaudi. Sono molto soddisfatto dell’impegno fin qui dimostrato da Leonardo Elicotteri”.
Daniele Romiti, Capo della divisione Leonardo Elicotteri, ha aggiunto “L’AgustaWestland AW101, in questa configurazione, può essere considerato il più avanzato elicottero da ricerca e soccorso al mondo. La peculiare combinazione di spazio in cabina, eccellenti prestazioni, possibilità di operare in ogni condizione meteo, sensori ed equipaggiamenti di missione allo stato dell’arte conferisce a questo velivolo capacità senza confronti. Siamo impazienti di avviare le consegne il prossimo anno e di assistere all’ingresso in servizio dei nuovi velivoli per lo svolgimento dei propri compiti SAR in sostituzione degli elicotteri Westland Sea King, che hanno volato in Norvegia per 40 anni salvando
migliaia di vite”.
Le consegne degli elicotteri all’Aeronautica Militare norvegese, che opererà gli AW101 per conto del Ministero, cominceranno nel marzo 2017 e continueranno fino al 2020. Come parte integrante del contratto saranno inoltre forniti, per 15 anni, servizi di supporto ‘pronto all’impiego’ e comprendenti parti di ricambio, assistenza tecnica e addestramento.
I velivoli saranno equipaggiati con un avanzato pacchetto di equipaggiamenti SAR comprendenti anche il nuovissimo sistema radar di sorveglianza a scansione elettronica Osprey di Leonardo-Finmeccanica. Dotato di tre antenne piatte, l’Osprey è il primo sistema radar leggero di sorveglianza al mondo privo di parti mobili ed è in grado di garantire una copertura di 360°.
L’equipaggiamento di missione include inoltre un sofisticato autopilota, due verricelli, faro di ricerca, sensore elettro-ottico, sistema di rilevazione di telefoni portatili, avionica e sistema di missione totalmente integrati.
Tra le dotazioni in grado di garantire la massima sicurezza in volo sono anche compresi due avanzati sistemi anticollisione contro cavi o altri tipi di ostacoli e realizzati da Leonardo-Finmeccanica, rispettivamente il LOAM (Laser Obstacle Avoidance System) e l’OPLS (Obstacle Proximity LIDAR System).
Le grandi dimensioni dei portelloni laterali e della rampa in coda assicurano facilità di accesso per
personale, sopravvissuti ed equipaggiamento in una cabina di 27 metri cubi che fornisce spazio verticale sufficiente a permettere la sosta in piedi.
L’AW101 beneficia dei vantaggi, in termini di sicurezza, della formula trimotore, un avanzato sistema antighiaccio, ampio raggio d’azione e elevata autonomia, una trasmissione in grado di continuare a funzionare regolarmente per 30 minuti anche senza lubrificazione, oltre a ridondanze molteplici nei sistemi avionici e di missione.

  • La configurazione dell’AW101 norvegese è la più avanzata disponibile sul mercato per le missioni SAR in ogni condizione meteo, con i più elevati standard di sicurezza
  • Le consegne al cliente cominceranno nel marzo 2017 e saranno completate nel 2020
  • Primo elicottero equipaggiato con il radar a scansione elettronica Osprey di Leonardo-Finmeccanica
  • Il contratto, firmato dalla Norvegia nel dicembre 2013, comprende 16 AW101 e un pacchetto di supporto e addestramento iniziale della durata di 15 anni

Incidente ad un AS350 B3 al seguito del Giro d’Italia, nessuna conseguenza per gli occupanti

Un mezzo di Elitellina, l’AS350 B3 marche I-CMSZ, è rimasto danneggiato presso l’elisuperficie dell’hotel Passo Pinei, a Castelrotto (BZ) sabato 21 maggio.

L’elicottero facente parte della flotta al seguito del 99°Giro d’Italia, dei quali due attrezzati per il servizio di ponte radio e altrettanti destinati ad effettuare le riprese video, ha impattato con la coda in fase di atterraggio. I danni sono consistiti nel parziale distacco della coda senza, fortunatamente comportare danni fisici per gli occupanti. L’ANSV, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo, ha aperto un’inchiesta sull’incidente.

Il 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “ALDEBARAN”, pubblicato articolo di Marco Meschino

Pubblicato un articolo di Marco Meschino che illustra i compiti le dotazioni e gli impieghi del 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “ALDEBARAN”, dell’Aviazione dell’Esercito.

Il 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “ALDEBARAN”, dell’Aviazione dell’Esercito, è strutturato per condurre Operazioni Speciali Aeree attraverso attività di volo altamente specializzate e peculiari condotte da proprie unità dedicate e addestrate che utilizzano tecniche e modi d’impiego non comuni alle forze aeree convenzionali, in ambiente semi permissivo, non permissivo e ostile. Attualmente, nell’assolvimento dei compiti assegnati, il 3° REOS opera a livello di Special Operations Air Task Group (SOATG), garantendo idonea capacità di comando e controllo delle unità specializzate e/o convenzionali di volo assegnate, joint (interforze) e/o combined (in ambito internazionale) per l’assolvimento di una missione speciale; oppure come Special Operations Air Task Unit (SOATU): unità elementare idonea a fornire supporto nella terza dimensione alle Operazioni Speciali. Le unità del REOS sono adeguatamente preparate per compiere tutti i compiti delle unità aeree multiruolo convenzionali in condizioni di alto rischio, dove non sia possibile o remunerativo l’impiego delle stesse per supportare la fulminea azione delle Forze Speciali impiegabili in operazioni ad alto livello strategico.

L’articolo è disponibile QUI

l’elisoccorso notturno decolla in Lombardia grazie alla sperimentazione dei campi sportivi illuminati

Milano, 18 maggio 2016 – Dal 30 giugno gli elicotteri dell’Azienda Regionale Emergenza Urgenza potranno atterrare di notte su 50 campi di calcio di tutto il territorio lombardo, ed entro la fine dell’anno il numero dei campi abilitati (i cosiddetti siti HEMS) salirà a 100.

Questo il risultato della sperimentazione avviata in Lombardia e presentata nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e il Direttore Generale di AREU Alberto Zoli.

La sperimentazione ha riguardato l’avvio delle procedure e l’implementazione delle caratteristiche idonee a sviluppare l’attività HEMS notturna recependo le indicazioni della normativa europea, che autorizza l’utilizzo dei campi sportivi con determinate caratteristiche (dimensioni, illuminazioni, ostacoli, possibilità di accensione da remoto) come elisuperfici notturne adibite all’atterraggio degli elicotteri della flotta regionale, in modo da garantire una migliore risposta alla domanda di emergenza sanitaria del territorio.

AREU e INAER, società leader nelle attività di emergenza aerea che svolge il servizio di elisoccorso in Lombardia, hanno così individuato e censito oltre 200 campi sportivi in altrettanti Comuni di Regione Lombardia, decretandone idonei per la sperimentazione oltre 120, di cui 50 saranno già attivi entro fine giugno 2016,

Parallelamente, a supporto dell’attività di elisoccorso notturno, ha preso avvio e si espliciterà nei prossimi mesi l’impiego dei Visori Notturni (NVG) in dotazione ai piloti degli elicotteri regionali collocati nelle basi di Milano, Como, Bergamo e Brescia.

L’utilizzo dei visori notturni, unitamente all’implementazione delle rotte satellitari di precisione che svincolano la navigazione dai riferimenti da terra, consentirà di facilitare lo svolgimento del servizio nelle ore notturne, mettendo a disposizione dei piloti tecnologie avanzate affinché possano operare in condizioni di maggiore efficacia e sicurezza.