Categorie Notizie

Airgreen fornirà un AW139 all’elisoccorso trentino

E’ stato aggiudicata alla società piemontese Airgreen la gara per la fornitura in affitto di un elicottero AW139 alla Provincia Autonoma di Trento da destinare al servizio di elisoccorso.

L’elicottero sostituirà per un anno, o più se necessario, l’esemplare I-TNCC incidentatosi lo scorso marzo vicino a Madonna di Campiglio. Le ultime notizie riguardanti l’esemplare danneggiato riferiscono che dopo un’analisi è stato stabilito che i danni sono riparabili ed una decisione in merito da parte della Provincia è attesa in breve.

 

Video dalla pagina Facebook di TG RAI Trentino sull’argomento

Incidente per un AB206 dei Vigili del Fuoco in Abruzzo

L’AB206, VF-10, del Nucleo Elicotteri dei Vigili del Fuoco di Pescara impegnato in una ricognizione a Fonte Vetica, nella zona di Campo Imperatore, in Abruzzo èprecipitato al suolo in fase di atterraggio.

L’equpaggio dell’elicottero, che stava verificando la montagna aquilana dopo che nei giorni scorsi la zona era stata interessata da alcuni incendi, si stava apprestando all’atterraggio per fare salire a bordo il direttore delle operazioni di spegnimento per portarlo a Farindola, in provincia di Pescara, dove era in corso un incendio. Al momento di toccare terra,  il mezzo ha iniziato una rotazione incontrollata che è teminata con l’impatto al suolo. Subito soccorsi da personale del Soccorso Alpino e del 118 i tre vigili del fuoco, sono risultati fortunatamente illesi.

Immagine: (© 2007-Edoardo Banfi) un elicottero dello stesso tipo di quello coinvolto nell’incidente.

Pubblicato un articolo su esercitazione “APROC 2017″

E’ online un articolo che descrive l’esercitazione “APROC 2017″ tenutasi a Rivolto, Udine, lo scorso mese di giugno.

Giorgio Pitteri ha illustrato con numerose fotografie dei mezzi partecipanti, le operazioni che dal 14 al 28 giugno hanno visto impiegati operatori aeronautici e assetti ad ala rotante provenienti da Francia, Polonia, Italia, Belgio, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti. L’esercitazione aveva come obiettivo principale il miglioramento ,la standardizzazione delle procedure operative inerenti il Personnel Recovery (recupero di personale militare e civile in ambiente ostile).

L’aricolo è disponibile QUI.

AW169 si aggiudica commessa della la Polizia norvegese

L’elicottero AW169 si è aggiudicato la gara indetta dalla Polizia norvegese per il nuovo elicottero dedicato ai compiti di pubblica sicurezza nel Paese. Lo ha recentemente annunciato il cliente, dando il via alla modernizzazione della propria componente elicotteristica. Il contratto, la cui firma è prevista ad agosto 2017, prevede l’acquisto di tre elicotteri, con un’opzione per ulteriori tre unità, e un pacchetto di supporto della durata di dieci anni.

La nuova flotta permetterà alla polizia norvegese di potenziare le sue capacità e la sua prontezza di risposta per contrastare minacce come il terrorismo e altri crimini, assicurando un più ampio raggio di azione rispetto agli attuali elicotteri in servizio oppure operando più rapidamente sulle tratte più brevi decollando da varie basi quando necessario. Gli AW169 svolgeranno una serie di compiti tra cui ricognizione, sorveglianza, e il trasporto di squadre dedicate alle operazioni speciali garantendo elevata versatilità grazie a una rapida e facile riconfigurazione a seconda della missione. La configurazione specifica degli elicotteri della polizia norvegese consentirà il trasporto di sei persone oltre all’equipaggio.

Consegnato il Certificato di Operatore Aereo (C.O.L.A.) al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

AB 412 VF e SAFIl 5 luglio, presso il Centro Operativo Nazionale, l’ENAC () ha consegnato al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco il Certificato di Operatore di lavoro aereo (C.O.L.A.).
A ricevere la certificazione erano presenti il Direttore Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico, Ing. Giuseppe Romano, e il Dirigente dellUfficio di Coordinamento del Soccorso aereo, ing. Santo Rogolino.

Tale certificazione riconosce alla componente aerea del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco la capacità professionale e l’organizzazione necessarie ad assicurare l’esercizio dei propri aeromobili in conformità ai requisiti previsti dalle regolamentazioni europee e nazionali emanate dallE.A.S.A. (European Aviation Safety Agency) e dall’ E.N.A.C., per le attività di lavoro aereo, e si affianca a quelle già conseguite dal CNVVF per deliberare la manutenzione sugli aeromobili e sui loro componenti.
Con questo atto si completa il percorso di riconoscimento al C.N.V.V.F. delle approvazioni già possedute dal settore tecnico e operativo del C.F.S., le cui competenze e parte delle risorse possedute per l’ antincendio boschivo sono transitate al Corpo nazionale dei vigili del fuoco per effetto del D.Lgs. n.177/2016.
Alla vigilia della campagna A.I.B., i Vigili del Fuoco hanno anche raggiunto la piena operatività del Reparto Volo di Lamezia Terme che garantisce una migliore copertura operativa del sud Italia e in particolare della Calabria.
Attualmente, con i n.12 elicotteri AB412 e i n.4 elicotteri Erickson S64F, transitati dall’ex Corpo Forestale dello Stato, la componente aerea del CNVVF risulta costituita da 78 aeromobili con i quali quotidianamente implementa il miglior dispositivo di soccorso aereo in grado di rispondere immediatamente ed efficacemente a calamità locali e nazionali, nonché per garantire il soccorso tecnico urgente e la lotta attiva agli incendi boschivi sia su tutto il territorio nazionale che in Europa con il progetto Buffer  IT (Better Use of ForestFire Extinguishing Resources by Italy).

Immagine: © Marco Meschino, un AB412 del CNVVF

Dolomiti ampezzane, “Esercitazione 5 Torri 2017″

L’esercitazione delle Truppe Alpine dell’Esercito, nel cuore delle Dolomiti, vedrà l’impiego di diversi aeromobili dell’AVES e di un elicottero del SUEM.

Audaci tecniche di ascensione e spettacolari manovre di soccorso in parete e un’avvincente dimostrazione tattica delle capacità delle Truppe Alpine nel saper operare in montagna sono il programma della “5 Torri 2017”, esercitazione multinazionale ed interforze che si svolgerà nell’omonimo comprensorio montano, tra il passo Falzarego e Cortina d’Ampezzo, il prossimo 4 luglio (5 in caso di condizioni meteorologiche avverse. L’evento, aperto a tutti coloro che vorranno essere presenti (con afflusso entro le 09.30) sarà trasmesso in diretta streaming sui siti dell’Esercito (www.esercito.difesa.it) e dell’Associazione Nazionale Alpini (www.ana.it) a partire dalle ore 10. Un’esercitazione dinamica e coinvolgente sulle montagne più belle del mondo – patrimonio dell’UNESCO e Museo a cielo aperto della prima Guerra Mondiale – che rappresenta un importante momento di incontro e confronto con gli eserciti dei paesi alleati ed amici sullo specifico tema dell’alpinismo, della sicurezza e della condotta di operazioni in montagna.

Immagine: ( Fonte Esercito Italiano – Comando Truppe Alpine) Un AB205MEP mentre cala del personale nei pressi delle 5 Torri.

Decolla il piano per la razionalizzazione delle linee di volo di FF.AA. e Corpi dello Stato

Un piano che dovrebbe svilupparsi nei prossimi 5-10 anni vedrà le Forze Armate e le Amministrazioni dello Stato razionalizzare, mediante la cessione di alcune linee di volo, il parco Elicotteri.

Si calcola in approssimativamente 4-500 il numero degli elicotteri, la maggior parte della quale già dismessa o in fase di dismissione nel prossimo decennio, che sarà interessata da questo programma messo appunto da Aid (Agenzia Industrie Difesa), società del Ministero della Difesa. Lo scopo di questo programma è quello di valorizzare il surplus di mezzi accantonati giacenti presso i reparti con costi riguardanti anche il deprezzamento causato da tempi di stoccaggio prolungati. Le linee di volo interessate saranno quelle degli Agusta 109, degli Agusta-Bell 206, 212, 412 e dei Nardi-Hughes 500 non solo delle forze armate ma anche di altri enti e amministrazioni statali come Vigili del fuoco, Guardia Costiera e Polizia di Stato che attualmente fanno registrare un incremento sempre più crescente di mezzi accantonati o dismessi perché ormai fuori uso. La valorizzazione si compirà attraverso vendita degli elicotteri dopo la rimessa in efficienza operata da aziende partner come Leonardo, Babcock, Elitaliana e Mecaer Aviation Group, firmatarie di un accordo con Aid che si occuperà di “piazzare” i mezzi, primariamente a governi per usi militari e in seguito ad aziende o privati dopo la “smilitarizzazione” degli elicotteri per i quali la procedura sarà conveniente.

Immagine: (© Massimiliano Corte) Una scena che forse non vedremo più in futuro: un mezzo militare nello spiazzo di un demolitore.

Atterraggio di emergenza a Padova per un elicottero militare polacco

Nel pomeriggio di oggi, 22 giugno, un W3 Sokol delle Forze Armate polacche è rimasto distrutto dopo aver effettuato un atterraggio di emergenza a Massanzago nel padovano. Gli occupanti, cinque militari polacchi e un francese sono fortunatamente rimasti illesi.

L’elicottero stava prendendo parte all’esercitazione A.P.R.O.C. 2017 che vede le forze di diversi paesi della NATO operare congiuntamente per qualificare il personale militare nel personnel recovery, cioè recupero di personale militare e civile in ambiente ostile o non permissivo. Il W3 Sokol coinvolto nell’incidente, decollato dalla base di Rivolto (UD), era in formazione con altri mezzi quando è stato notato un principio di incendio interessare uno dei motori. Il pilota si è disposto all’atterraggio che è riuscito ad effettuare in un campo adiacente ad una cascina. Una volta a terra l’incendio si è esteso all’intero elicottero distruggendolo in breve tempo mentre gli occupanti si erano già allontanati. L’elicottero era uno dei due, che insieme a due Mil MI24 Hind formavano il team polacco.

Immagine: Copyright © 2005 Voytek S, Un W3 simile all’esemplare coinvolto nell’incidente.